Si è chiuso il 26 maggio con la presenza straordinaria di Juan Fernando Holguìn Flores, Ambasciatore straordinario e plenipotenziario dell’Ecuador in Italia e del Ministro Xavier Aliaga Sancho, il primo percorso di alta formazione professionale che Università dei Sapori ha riservato a top chef e docenti appartenenti alla più importante organizzazione gastronomica dell’Ecuador, la RED AGE, con cui Università dei Sapori ha stretto, lo scorso ottobre, un accordo quadro di cooperazione. Alla cerimonia conclusiva con la consegna degli attestati hanno preso parte anche il vice presidente della Giunta Regionale con delega allo sviluppo economico, turismo e infrastrutture immateriali, Fabio Paparelli, il direttore alle attività produttive, lavoro, formazione e istruzione della Regione Umbria Luigi Rossetti e Marina Cecilia Sereni coordinatrice delle attività internazionali di Sviluppumbria.

«E’ con vero e profondo piacere che testimoniamo un momento importante di conoscenza e interscambio, certi che i professionisti formati saranno nuovi ambasciatori della cultura italiana nel mondo e delle sue eccellenze” ha dichiarato la Presidente di UdS Anna Rita Fioroni. “Siamo sempre più convinti – – ha proseguito Fioroni – che la formazione rappresenti un veicolo privilegiato e diretto alla costruzione di strade condivise nei rapporti internazionali. La presenza di S.E. Holguìn ne dà testimonianza e avvalora l’importanza di simili percorsi, oltre a testimoniare il ruolo chiave della diplomazia nei rapporti internazionali, propedeutico ad attività di promozione culturale ed economica”. E molto orgoglioso del percorso formativo avviato con la RED AGE anche l’Ambasciatore Holguìn che ha speso parole di sincero apprezzamento per l’iniziativa. Un successo testimoniato dagli allievi e dai docenti stessi che hanno guidato gli chef ecuadoriani lungo queste tre settimane di full immersion formativa in Pasticceria, Gelateria e Cioccolateria e che lo hanno invitato a sostenere percorsi simili verso il proprio governo per avviare collaborazioni stabili tra tutte le strutture di gastronomia tra l’Ecuador e l’Università dei Sapori. Grande orgoglio per l’evento internazionale è stato espresso anche dall’assessore Paparelli che si è dimostrato interessato ad accompagnare questo percorso incentivando accordi bilaterali con regioni specifiche dell’Ecuador.